Ozonoterapia per patologie croniche, degenerative e neuropatie da neoplasie

Le indicazioni terapeutiche dell’Ozonoterapia nelle patologie infiammatorie di difficile approccio con la medicina tradizionale .


In condizioni di emergenza sia fisica che psichica di qualunque natura, il nostro sistema di autoregolazione cerca di reagire per adattarsi alle nuove condizioni. Questo tentativo di adattamento si esprime anche con una risposta infiammatoria di difesa rappresentata da riparo del DNA, morte apoptotica delle cellule malate che vengono poi sostituite, attivazione o spegnimento dei geni necessari allo stress. E’ dimostrato che se questa risposta e insufficiente, troppo elevata o inutilmente duratura, l’infiammazione può rappresentare l’inizio della malattia. Infatti non c’è malattia senza infiammazione. Questa viene determinata anche dalla colonizzazione intestinale di batteri non tollerati dal nostro microbiota, quando perde il suo equilibrio preestistente, che significa anche corretta permeabilità intestinale, ambiente chimico adeguato ed efficiente popolazione immunitaria. In ragione di queste brevi premesse è evidente che anche le più serie patologie cronico-degenerative e le neoplasie maligne possono insorgere in ragione di questi elementi patogenetici.
Il trattamento con Ozono, noto per essere un potente anti-infiammatorio, trova proprio in questi principi il suo razionale ed anche le motivazioni dei suoi frequenti e talvolta inattesi successi terapeutici, perfino nel trattamento di una gravissima e poco trattabile malattia come la Sclerosi Multipla. Ma molte sono le condizioni patologiche nelle quali l’Ozono terapia trova il suo ruolo con varie modalità scarsamente invasive come punture locoregionali, somministrazione endorettale, autoemotrasfusioni… Infatti l’elenco delle patologie trattabili è molto lungo e, di seguito, ne indichiamo alcune:

  • Artrite mani e piedi,
  • Artrite psoriasica,
  • Artrosi cervicale e dell’Anca,
  • Artrosi Dorsale,
  • Lombosacrale e del Ginocchio,
  • Ernie discali, Cefalea classica,
  • Contusioni e Distorsioni,
  • Epicondilite,
  • Lombalgia acuta e Cronica,
  • Lombosciatalgia,
  • Nevralgia brachiale,
  • Nevralgia del Trigemino,
  • Periartrite scapolo-omerale acuta e cronica,
  • Strappo muscolare,
  • Sindrome miofasciale, Tendinite.”

Sono segnalati successi sempre più numerosi nel trattamento di Asciti di varia origine,Esofagiti di grado elevato resistenti a trattamenti medici tradizionali, Infiammazioni Intestinali di tipo cronico-degenerativo. Neuropatie di varia origine, “Fatigue”(affaticamento cronico da tumori e trattamenti anti-tumorali),incontrano notevoli insuccessi nella medicina tradizionale e interessanti risultati nell’Ozonoterapia. L’elenco potrebbe allungarsi per gli aspetti cosmetici ma anche in svariate patologie cutanee,incluse infezioni gravi come Ulcere torpide ,Piede d’atleta e Piede diabetico.
Il perché di tante possibilità terapeutiche è in parte spiegato dai risultati ottenuti dal nostro gruppo di ricerca in via sperimentale su cellule e tessuti viventi:l’Ozonoterapia abbatte fortemente le molecole infiammatorie,denominate Citochine,migliora l’effetto di alcuni citostatici,come descritto in due pubblicazioni scientifiche di elevato impatto,ristrutturano le cellule cutanee danneggiate e migliorano la performance delle cellule cardiache affaticate(in via di pubblicazione).
Va sottolineato che questi tipi di trattamenti non necessitano di farmaci, sono scarsamente invasivi e pressochè indolori anche se ripetuti ciclicamente. Necessitano di una buona competenza internistica e di ovvia manualità specifica e possono essere praticati in sicurezza in regime ambulatoriale e con costi modici.